Tutti i cosmetici venduti in Europa devono riportare in modo chiaro sulla confezione e/o in etichetta l’elenco degli ingredienti presenti nella formulazione: lo sancisce il Regolamento 1223/2009. Per identificare in modo univoco ed efficace gli ingredienti è stato introdotto nel 1997 un unico codice, l’INCI (International Nomenclature for Cosmetic Ingredients), valido in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

  1. Secondo la normativa, l’elenco degli ingredienti va preceduto dalla parola ingredients. 
  2. Gli ingredienti sono elencati in ordine decrescente di peso al momento dell’incorporazione: questa è un’indicazione fondamentale, perché indica in quanta percentuale quella sostanza è contenuta nel cosmetico e quindi, quanto quel determinato attivo incide, con le sue proprietà specifiche, sull’efficacia del prodotto. 
  3. Questa regola vale per le sostanze che raggiungono concentrazioni superiori o uguali all’1%. Gli ingredienti che sono presenti in percentuale inferiore all’1% e i coloranti, invece, possono esseri indicati in ordine sparso dopo quelli in concentrazione superiore all’1%.
  4. Alcuni termini sono in latino, se riferiti ai nomi botanici e a quelli di ingredienti presenti nella farmacopea (l’inventario delle sostanze riconosciute), mentre le sostanze che hanno subito una lavorazione chimica sono indicate in inglese e nel caso dei coloranti si utilizzano le numerazioni secondo il Colour Index (es. CI 45430). 
  5. I profumi rientrano genericamente nella dicitura parfum o aroma: solo alcuni di essi, a cui è riconosciuto un forte potere sensibilizzante, vengono citati singolarmente. 
  6. Attenzione: nomi lunghi e complicati non sono sinonimo di ingredienti nocivi e da evitare a tutti i costi. Per esempio il nome prescritto dal codice INCI per il burro di karité è Butyrospermum parkii, quello dell’avocado è Persea gratissima. Se non sei sicura di conoscere un ingrediente o non sai cosa significa un codice INCI, fai qualche ricerca in Rete. 
  7. La lista dei principi attivi autorizzati in cosmetica può essere consultata per esteso sul sito della Commissione europea (http://ec.europa.eu): viene costantemente aggiornata. 
  8. Sul sito salute.gov.it trovi il regolamento che presenta anche una lista delle sostanze vietate nell’industria cosmetica. Per saperne di più puoi consultare anche il sito della Campaign for safe Cosmetics e l’Environmental working Group Skin deep cosmetics database. (Fonte: Cosmetica Italia)